«
»
Newsletter
a cura dell'Ufficio stampa
e dell'Ufficio ricerche sulla legislazione comparata
del Senato della Repubblica

La newsletter #ParlamentiWeb è una finestra aperta sull'attività di altri Parlamenti in Europa. Nasce per allargare lo sguardo oltre i confini nazionali e offrire a chi è interessato una selezione rapida e sintetica di alcuni argomenti discussi e affrontati a Strasburgo, Londra, Parigi, Berlino, Madrid, così come riportati dai rispettivi siti web. Non è uno strumento di monitoraggio sistematico delle attività parlamentari dei Paesi presi in esame. Quindi non ha nessuna pretesa di completezza. E' aperta però al contributo diretto di chiunque sia interessato a segnalare notizie e novità utilizzando la piattaforma Twitter, con l'hashtag #ParlamentiWeb. La newsletter è curata dall'Ufficio stampa e internet e dall'Ufficio ricerche sulla legislazione comparata del Senato.

22 Marzo 2019

  • --- In primo piano ---

    PARLAMENTO EUROPEO

    - Shopping: più diritti per i consumatori europei
    - Ricerca e innovazione: accordo provvisorio sul programma "Horizon Europe"
    - Nuove norme per coordinare i sistemi nazionali di sicurezza sociale

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    - Parla lo Speaker: il governo non può ripresentare una proposta già respinta
    - Question time con il Primo Ministro
    - Come il governo si prepara ad uno scenario "no deal"
    - Calendario della Brexit
    - Dure critiche della Commissione interni per il sistema di detenzione degli immigrati irregolari
    - Progetto di legge per il restauro e il rinnovamento dei palazzi del Parlamento: primo report della Commissione bicamerale

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    - Economia: dibattito in aula sullo "Spring Statement" del Cancelliere dello Scacchiere
    - I progetti del governo per affrontare il declino della popolazione di insetti
    - La BBC e il futuro dell'informazione: "lecture" di Lord Hall of Birkenhead, direttore generale dell'emittente

    FRANCIA - ASSEMBLÉE NATIONALE

    - Progetto di legge sulla crescita e la trasformazione delle imprese
    - Riforma della sanità pubblica
    -
    Tavola rotonda sullo streaming illegale di trasmissioni sportive
    - Casi di violenze di genere all'Assemblea nazionale

    FRANCIA - SÉNAT

    - Audizione sui fatti di Parigi del 16 marzo
    - Legge di indirizzo per la mobilità
    - Riforma delle pensioni

    GERMANIA - BUNDESTAG

    - Brexit: dichiarazioni del governo prima del Consiglio europeo del 21 e 22 marzo
    - Stragi nelle moschee in Nuova Zelanda e attentato in Olanda: il cordoglio del Presidente del Bundestag
    - Misure di sostegno alle famiglie
    - Prolungamento della missione in Afghanistan
    - Partecipazione della Bundeswehr all'operazione Sea Guardian nel Mediterraneo
    - Regime di tempo parziale per i servizi di volontariato
    - Aktuelle Stunde su fusione di Deutsche Bank e Commerzbank
    - Relazioni bilaterali franco-tedesche

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    - Inaugurata al Parlamento Europeo una mostra per celebrare l'ottavo centenario della Cattedrale di Burgos
    - Le Cortes Generali omaggiano León quale culla del parlamentarismo europeo, nell'ambito delle celebrazioni per il quarantennale della Costituzione spagnola

    SPAGNA - SENADO

    - Prosegue il ciclo di conferenze organizzate dal Senato con l'Associazione di Scrittori con la Storia, i cui membri illustrano episodi della storia spagnola prendendo spunto dai dipinti posseduti dalla Camera Alta
    - Il Senato rende omaggio alla memoria del Consigliere delle Cortes Generali Fernando Santaolalla

    *****************************

    PARLAMENTO EUROPEO

    Ancora più diritti per i consumatori europei per tutti i tipi di shopping
    Il 26 marzo il Parlamento europeo voterà due direttive sui diritti dei consumatori nell'acquisto di beni tangibili e digitali, in Rete e nei negozi. Le nuove norme rafforzano i diritti dei consumatori a ricevere un indennizzo nel caso in cui un prodotto acquistato si rivelasse difettoso. Diversi Stati membri non hanno norme esplicite sulla vendita di contenuti digitali, come applicazioni (app), musica o giochi. Diventa perciò difficile per i consumatori capire cosa fare nel caso in cui qualcosa non vada per il verso giusto. Le nuove norme definiscono come contratti digitali sia gli abbonamenti (come quelli a un servizio streaming di musica) sia gli acquisti una tantum (come i giochi sugli smartphone). Non riguardano solo i contratti che prevedono un pagamento in denaro. Il consumatore sarebbe protetto anche in caso il pagamento consistesse nel fornire i dati personali, com'è il caso dei social network. Il consumatore avrebbe diritto a una riduzione del prezzo, o al rimborso entro 14 giorni, se il problema sorto non fosse risolto in tempi ragionevoli.
    (Link)

    European research priorities for 2021-2027 agreed with member states
    Martedì 19 il gruppo di negoziazione del Parlamento europeo ha raggiunto un accordo provvisorio parziale con il Consiglio su "Horizon Europe" (programma di ricerca e innovazione). L'accordo consentirà alla Commissione di iniziare a preparare l'attuazione del programma, in quanto l'accordo contiene un elenco di settori per le missioni di ricerca e i partenariati istituzionalizzati. L'accordo non include il bilancio del programma, in quanto fa parte dei negoziati sul quadro finanziario pluriennale 2021-2027, ma nel dicembre 2018 il Parlamento europeo ha chiesto che il bilancio del programma sia aumentato di 36,5 miliardi a 120 miliardi di euro rispetto alla proposta della Commissione europea. La partecipazione dei paesi terzi e le sinergie con altri programmi dell'UE saranno anch'esse decise in una fase successiva. L'accordo provvisorio dovrà ora essere adottato dalla Commissione parlamentare per l'industria, la ricerca e l'energia e dalla plenaria, nonché dal Consiglio.
    (Link)

    Fairer and clearer rules on social benefits for EU mobile workers agreed
    Martedì scorso i negoziatori della Commissione per l'occupazione e i ministri dell'UE hanno raggiunto un accordo sulle nuove norme per coordinare i sistemi nazionali di sicurezza sociale. Le nuove norme mirano a garantire l'accesso alla sicurezza sociale per i lavoratori dell'UE che si sono trasferiti in un altro paese dell'UE, distribuendo equamente gli obblighi tra gli Stati membri. L'attenzione è concentrata sull'agevolazione della mobilità del lavoro all'interno dell'Unione, salvaguardando al tempo stesso i diritti sociali dei lavoratori nelle situazioni transfrontaliere. Le informazioni necessarie dovranno essere tempestivamente condivise tra i Paesi UE per proteggere l'accesso dei lavoratori alla sicurezza sociale e individuare errori o frodi. Il testo concordato in via informale dovrà essere confermato da una votazione in seduta plenaria prima della fine dell'attuale legislatura.
    (Link)

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    Speaker's Statement
    Una mozione o un emendamento uguali, nella sostanza, ad una questione che è stata già votata durante una sessione, non possono essere riproposti durante la stessa sessione. Il presidente (Speaker) della Camera dei Comuni John Bercow è intervenuto nella seduta di lunedì 18 marzo con un proprio "statement", citando una convenzione risalente al 2 aprile 1604 (cosiddetta "Erskine May"), la cui validità è stata ribadita in diverse occasioni, nel 1864, 1870, 1882, 1891 e 1912. Ogni volta, il presidente in carica ha stabilito che una mozione non poteva essere presentata perché già decisa nella stessa sessione del Parlamento. Bercow ha riepilogato i fatti delle ultime settimane e le votazioni che si sono susseguite in aula sull'uscita dall'Ue. E ha aggiunto: si è diffusa la voce che il governo tenterà una terza, e forse anche una quarta, "votazione significativa" sulla Brexit; ma deve essere chiaro che il governo dovrà presentare una proposta diversa, sostanzialmente, da quelle già votate (e respinte). Ciò che il governo non può fare è ripresentare all'Assemblea sostanzialmente la stessa proposta della settimana scorsa, che è stata respinta con 149 voti contrari. Questa decisione non deve essere considerata la mia ultima parola sull'argomento, ha detto lo Speaker, ma intende semplicemente indicare il criterio che il governo deve soddisfare affinché io possa decidere che un terzo voto significativo può essere legittimamente tenuto in questa sessione parlamentare.
    (Resoconto)

    Prime Minister's Questions: 20 March 2019
    Siamo nel mezzo di una crisi nazionale; l'incompetenza, il fallimento e l'intransigenza del Primo Ministro e del suo governo ci hanno portato a questo punto. Lo ha detto il leader laburista Jeremy Corbyn, intervenendo in aula durante il question time del mercoledì con il Primo Ministro. Il Parlamento ha respinto il piano del Primo Ministro per la Brexit - ha aggiunto - e ora il Primo Ministro non ha un piano; nel tentativo di sbloccare la situazione di stallo, ho tenuto riunioni con i deputati di tutta l'Assemblea e oggi ho altre riunioni per trovare un compromesso; domani incontrerò a Bruxelles i primi ministri e i funzionari dell'Unione europea; il Primo Ministro mi incontrerà oggi per discutere le nostre proposte per uscire da questa crisi? E' ironico - ha replicato Theresa May rivolta a Corbyn - che lei mi inviti ad incontrarla, quando per giorni e giorni si è rifiutato di incontrarmi. Stamattina - ha detto la premier - ho scritto al Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, informandolo che il Regno Unito chiede una proroga del periodo di cui all'articolo 50 fino al 30 giugno; come Primo Ministro, non sono disposta a ritardare Brexit oltre il 30 giugno. Una proroga più lunga obbligherebbe infatti il Regno Unito a eleggere a maggio i propri rappresentanti nel Parlamento europeo. L'idea che, tre anni dopo aver votato per lasciare l'Unione europea, i cittadini di questo paese dovrebbero essere invitati a eleggere un nuovo gruppo di deputati al Parlamento europeo è, a mio avviso, inaccettabile. Sarebbe un fallimento nel rispettare l'esito del referendum che quest'Aula ha dichiarato di voler onorare.
    (Resoconto)

    No-deal EU Exit Preparations
    Il governo è sempre stato chiaro sul fatto che lasciare l'Unione europea senza un accordo non è un risultato accettabile. La settimana scorsa, il Parlamento ha votato contro l'abbandono senza accordo, con una netta maggioranza. Tuttavia, il governo ha intrapreso un'azione importante per prepararsi ad un potenziale scenario "no-deal". E' quanto ha affermato il sottosegretario per l'uscita dall'UE, Chris Heaton-Harris, intervenendo nella stessa seduta del question time con il Primo Ministro. Dall'ottobre 2018 - ha detto il sottosegretario - abbiamo pubblicato 450 comunicazioni di "no-deal", che includono informazioni sugli accordi di assistenza sanitaria reciproca con l'UE, sui documenti di guida nell'UE e anche su come portare un animale domestico all'estero. Abbiamo contattato 150 mila imprese che commerciano con l'UE per aiutarle a prepararsi alle procedure doganali non commerciali. Abbiamo tenuto riunioni, briefing ed eventi con le parti interessate di tutta l'economia, circa 300 impegni solo nell'ultimo mese. Abbiamo risposto al feedback delle parti interessate per assicurarci che le comunicazioni siano chiare, aggiornando circa 1.300 contenuti dei siti gov.uk in base al loro contributo. Più di 11 mila persone lavorano alla politica e ai programmi di uscita dall'UE. E' stata lanciata una campagna di informazione pubblica, gli spot televisivi sono iniziati oggi e la pubblicità su radio, stampa e manifesti è in corso. Inoltre, il Tesoro ha stanziato 4,2 miliardi di sterline per i preparativi per l'uscita dall'UE, anche per fronteggiare uno scenario di no-deal.
    (Resoconto)

    Brexit timeline: events leading to the UK's exit from the European Union
    Un riassunto dei fatti principali - compresi gli eventi che portarono al referendum del 23 giugno 2016 - e delle future scadenze per la Brexit, con le varie ipotesi sul campo, è stato predisposto dalla House of Commons Library con un "Briefing Paper" di 53 pagine in formato pdf.
    (Link)

    'Cavalier' Home Office failing in its responsibility for immigration detention
    L'indagine della Commissione affari interni "ha trovato seri problemi in ogni parte del sistema di detenzione per immigrati". Lo ha detto il Presidente della Commissione, Yvette Cooper, annunciando la relazione finale dell'indagine sulla detenzione degli immigrati clandestini, parlando addirittura di fallimenti irresponsabili del Ministero degli Interni, che avrebbero portato a detenzioni errate di persone vulnerabili, detenzioni troppo lunghe e gravi carenze nel funzionamento dei Centri per l'allontanamento degli immigrati. È necessaria una riforma urgente per garantire che il sistema di detenzione per l'immigrazione sia equo, funzioni in modo ragionevole, sia trasparente e umano, ha aggiunto Yvette Cooper. Prendere una decisione sbagliata sulla detenzione può avere un impatto devastante sulla vita delle persone; la mancanza di qualsiasi limite di tempo e di adeguate garanzie giudiziarie ha permesso al Ministero degli Interni di andare alla deriva e ritardare, lasciando le persone bloccate in detenzione per mesi. La Commissione ha sottolineato la necessità di un cambiamento culturale presso il Ministero degli Interni per assicurare che le decisioni sulla vita delle persone siano prese con rigore e cura.
    (Link)

    Make public engagement and understanding of Parliament a requirement of Restoration and Renewal
    Il progetto di legge per il restauro e il rinnovamento dei palazzi del Parlamento è il programma più importante intrapreso dal 1840, cioè dall'anno in cui l'attuale Palazzo di Westminster venne ricostruito. Abbiamo un compito monumentale, ma anche una magnifica opportunità per dare vita a un Parlamento più aperto e accessibile. Lo ha detto Dame Caroline Spelman, presidente della Commissione bicamerale, costituita da 12 rappresentanti delle due Camere con il compito di esaminare il progetto di legge "Draft Parliamentary Buildings (Restoration and Renewal) Bill". Il 21 marzo è stato pubblicato il primo report della Commissione. Non c'è dubbio - si legge nella premessa - che il Palazzo di Westminster è a rischio di cedimento catastrofico, nonostante i migliori sforzi del personale addetto alla riparazione e alla manutenzione.
    (Link)

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    Spring Statement
    L'economia rimane solida, nonostante la persistente incertezza intorno alla Brexit. Il reddito del Regno Unito è cresciuto per nove anni consecutivi, creando 3,5 milioni di nuovi posti di lavoro dal 2010, e sta ora producendo la crescita salariale più rapida degli ultimi dieci anni. Lo ha detto Lord Bates, ministro per la cooperazione internazionale, intervenendo in aula sullo "Spring Statement" (una dichiarazione sull'andamento dell'economia) pronunciato dal Cancelliere dello Scacchiere ai Comuni la scorsa settimana. Notizie positive anche per le finanze pubbliche: l'indebitamento di quest'anno sarà solo l'1,1% del PIL, 3 miliardi di sterline in meno rispetto alle previsioni del bilancio autunnale. Il calo continuerà, da 29,3 miliardi di sterline nel 2019-20 a 13,5 miliardi di sterline nel 2023-24, il livello più basso degli ultimi 22 anni. Di tutt'altro tenore l'intervento di Lord Tunnicliffe (laburista), secondo il quale, con questo governo è stata registrata la ripresa economica più lenta dal 1920. Il deficit non è stato eliminato, nonostante le promesse del precedente Cancelliere. I salari reali sono più bassi di 10 anni fa e troppe famiglie fanno affidamento sul denaro preso in prestito. I ministri si limitano a rinviare la soluzione dei problemi. Il Cancelliere ha annunciato uno stanziamento straordinario di 100 milioni di sterline per pagare gli straordinari della polizia, nel tentativo di affrontare l'emergenza rappresentata dagli atti criminali compiuti con i coltelli, ma questo importo, ha detto Lord Tunnicliffe, copre solo una frazione dei 2,7 miliardi di sterline di tagli in termini reali - dal 2010 ad oggi - nei finanziamenti governativi diretti alle forze di polizia.
    (Resoconto)

    Insect Population
    Nella seduta del 19 marzo la Baronessa Boycott ha chiesto al governo di Sua Maestà quali piani abbia predisposto per affrontare il declino della popolazione di insetti. Il governo riconosce l'importanza, il valore e il ruolo degli insetti negli ecosistemi, ha risposto il sottosegretario del dipartimento per l'ambiente, Lord Gardiner of Kimble. Ci sono oltre 24.000 specie di insetti in Gran Bretagna, 1.500 circa dei quali sono impollinatori. Dal 2011, ha detto il sottosegretario, oltre 320.000 acri (circa 129 mila ettari) sono stati destinati ad habitat di fauna selvatica; il governo incentiva i progetti di gestione integrata dei parassiti, la lotta al calabrone asiatico (conosciuto come killer delle api), la ricerca scientifica e gli agricoltori più impegnati nella protezione dell'ambiente.
    (Link)

    Lord Speaker's lectures: The BBC and the Future of News
    Mercoledì 20 marzo, Lord Hall of Birkenhead, direttore generale della BBC, ha tenuto la seconda conferenza della Lord Speaker's 2019 Lecture Series, nella Robing Room della House of Lords. Argomento: La BBC e il futuro delle notizie (testo della relazione). Lord Hall ha parlato di imparzialità, di social media, della lotta alle 'fake news', della progressiva erosione della fiducia nell'establishment e nel giornalismo tradizionale e del ruolo globale della BBC. A quasi un secolo di distanza dalla nascita della BBC, i valori fondamentali di qualità, imparzialità e universalità sono diventati ancora più importanti, ha detto Lord Hall. Il contesto in cui la BBC opera è cambiato al di là di ogni previsione negli ultimi anni, portando sfide significative; ma la nostra missione è rimasta la stessa. Dopo il discorso, Lord Hall ha partecipato ad una vivace sessione di domande e risposte.
    (Link)

    *****************************

    FRANCIA- ASSEMBLÉE NATIONALE

    Projet de loi PACTE
    Alla fine della scorsa settimana, nella nottata tra venerdì e sabato l'Assemblea nazionale ha adottato il progetto di legge per la crescita e la trasformazione delle imprese che le era stato trasmesso dal Senato il 12 febbraio ed era stato sottoposto all'esame di una commissione speciale. Nel corso dell'esame il testo ha subito diverse modifiche e dovrà continuare la sua navetta parlamentare (testo trasmesso al Senato il 18 marzo). Tra le modifiche, il ripristino della norma - che il Senato aveva soppresso - sulla vendita della quota posseduta dallo Stato nella società Française des Jeux, che si occupa di scommesse (quota che attualmente arriva al il 72%). Un emendamento del LaReM ha introdotto, con il parere favorevole del governo, una multa di 7.500 euro contro i rivenditori e tabaccai che 'vendono' ai minori giochi d'azzardo. Il tema è ancora oggetto di dibattito aperto perché molti, compreso il ministro, sarebbero favorevoli invece ad una più ampia trattativa con le associazioni dei gestori interessate all'applicazione della misura restrittiva, allo scopo di modulare la sanzione. Le opposizioni sono contrarie alla privatizzazione, giudicandola antieconomica (link).

    Projet de loi de santé
    Da lunedì 18 marzo i deputati dell'Assemblea nazionale hanno iniziato l'esame in aula del disegno di legge di riforma del sistema sanitario, presentato dal governo nel mese di febbraio per dare attuazione alla "strategia per la salute 2022", un piano lanciato da Macron sul finire del 2018, in parte contenuto nella legge di finanziamento della sicurezza sociale approvata con la manovra finanziaria per il 2019. L'Assemblea ha avuto all'ordine del giorno il progetto per tutte le sedute della settimana, e proseguirà l'esame fino al 26 marzo. Tra le misure più significative la riforma del ciclo di studi di medicina, la soppressione del numero chiuso nelle facoltà universitarie e l'apertura a maggiori assunzioni, per 'riempire' i vuoti nei ranghi del personale medico; una riforma degli accessi alle professioni sanitarie; la riorganizzazione dei presidi medici territoriali; il ruolo e le funzioni dei farmacisti (link).

    Table ronde sur la lutte contre le streaming illegal
    Mercoledì 20 marzo la Commissione per gli affari culturali ha tenuto una Tavola rotonda sulla lotta contro la trasmissione illegale di eventi sportivi in streaming. Sono intervenuti: Denis Rapone, presidente dell'Alta autorità per la distribuzione delle opere e la protezione dei diritti su Internet (HADOPI); Anton Maria Battesti, capo degli affari pubblici di Facebook; Frédéric Delacroix, delegato generale dell'Associazione per la lotta contro la pirateria audiovisiva (ALPA); Associazione per la protezione dei programmi sportivi (APPS) (video). Nello stesso giorno la Commissione ha ascoltato in audizione la ministra dello sport Roxana Maracineau (video).

    Violences sexistes et sexuelles à l'Assemblée
    A più di due anni dalla sua creazione nell'istituzione parlamentare, il collettivo "Chair collaboratrice" punta i riflettori sul problema degli abusi di genere anche nelle istituzioni. Questo gruppo, che assiste le vittime di violenza sessuale e di genere in Parlamento, nei ministeri e nelle autorità locali, ha appena effettuato uno studio per cercare di dare le dimensioni del fenomeno, spesso invisibile poiché non denunciato. Un dipendente su cinque intervistato durante una ricerca svolta recentemente tra dipendenti dell'Assemblea nazionale, ha dichiarato di essere stato molestato sessualmente. Nel corso di un'audizione mercoledì, due collaboratrici parlamentari, Andrea Khoshkhou e Brune Seban, hanno riferito le conclusioni del loro studio effettuato su un campione di 137 dipendenti, il 67% dei quali donne, (i dipendenti dell'istituzione sono circa 2.000). La scoperta è preoccupante: "Una donna su due è stata vittima di battute sessiste o sessuali", dice Andrea Khoshkhou. Uno su tre è stato vittima di insulti basati sul genere, e uno su cinque è stato vittima di aggressioni sessuali. "Chair collaboratrice" mette in discussione l'ambiente di lavoro dei dipendenti, che riunirebbe tutti i fattori che favoriscono le molestie, come l'assunzione diretta dei collaboratori da parte dei deputati, il lavoro notturno o gli uffici "che fungono da camera" (link).

    *****************************

    FRANCIA - SÉNAT

    Audition sur les violences à Paris pendant la manifestation des gilets jaunes
    Si è svolta martedì, di fronte ai senatori delle Commissioni riunite affari costituzionali e affari economici, l'audizione dei ministri Christophe Castaner (interno) e Bruno Le Maire (economia), che hanno riferito in merito ai fatti di sabato 16 a Parigi, quando durante la manifestazione del movimento dei gilet gialli si sono verificati gravi atti di violenza e di vandalismo, con scontri tra forze dell'ordine e gruppi di manifestanti. Il ministro dell'interno ha descritto le modalità con cui sono avvenute le aggressioni - evidentemente organizzate in anticipo - alle strutture urbane, ai negozi, ai veicoli, ed ha riferito come le forze dell'ordine abbiano reagito e quali tattiche e mezzi abbiano utilizzato. I gravissimi fatti hanno indotto il governo a dispiegare nelle piazze la missione antiterrorismo Sentinelle in modo da "rinforzare" il dispositivo di sicurezza già dal prossimo sabato. Nel corso dell'audizione, inoltre, Castaner ha spiegato al Parlamento le ragioni della sostituzione del Prefetto di Parigi a seguito dei fatti di sabato (video della seduta). Prima dell'intervento in Senato i due ministri avevano riferito in aula anche all'Assemblea nazionale e lo stesso Primo ministro Edouard Philippe ha presenziato alla riunione dei gruppi parlamentari della maggioranza per serrare i ranghi in vista di nuove manifestazioni, per prevenire nuovi episodi di violenza.

    Loi d'orientation des mobilités
    Martedì 19 marzo il Senato ha avviato la discussione sul progetto di legge, modificato in Commissione, di indirizzo per la mobilità. In apertura di seduta sono state rigettate le questioni pregiudiziali presentate da senatori dei gruppi di opposizione. Elisabeth Borne, ministro dei trasporti, presentando il testo all'aula, ha sottolineato per prima cosa che questo disegno di legge vuole essere una risposta strutturale alle divisioni sociali e territoriali del paese. Ancora oggi l'80% del territorio rurale è escluso da soluzioni di mobilità accettabili per l'assenza o l'inerzia di amministrazioni competenti in grado di prendere decisioni. Il problema, che tocca tutti i cittadini, va affrontato subito, afferma il ministro. Per questo motivo l'obiettivo prioritario della legge è di semplificare l'esercizio delle competenze in materia di mobilità, in particolare da parte degli enti locali, affinché questi ultimi possano mettere a punto soluzioni locali semplici e adeguate alle esigenze degli abitanti. Il ministro ha proposto l'attuazione di piani d'azione per la mobilità solidale, per facilitare l'accesso a molti servizi pubblici essenziali. Nell'intento del governo il disegno di legge deve essere uno strumento progettato insieme a tutti gli operatori del settore, prime tra tutte le autorità locali. "Abbiamo in programma di mobilitare 500 milioni di euro nel corso del quinquennio attraverso stanziamenti locali di sostegno agli investimenti", ha spiegato il ministro Borne, aggiungendo che si impegna anche a "ripristinare un futuro per le piccole linee ferroviarie". La votazione sul testo si svolgerà il 2 aprile e il disegno di legge sarà poi esaminato dall'Assemblea nazionale (link) (video).
    In tema di mobilità locale, la settimana scorsa i senatori della Commissione Finanze hanno ascoltato il segretario generale dell'Agenzia per il finanziamento delle infrastrutture di trasporto (AFITF), Yves Crozet, professore di economia e specialista in economia dei trasporti, e Philippe Duron, presidente del Consiglio per la politica delle infrastrutture. Quest'ultimo è stato il presentatore di una relazione sulla mobilità quotidiana che ha fatto molto rumore, perché chiedeva meno attenzione sui grandi progetti a favore del rinnovamento della rete esistente. Sui grandi obiettivi legislativi, che determineranno i programmi di investimento prioritari con particolare attenzione al trasporto quotidiano piuttosto che ai grandi progetti di tipo TGV, si ricorda che nella relazione al disegno di legge sono indicati cinque obiettivi principali: manutenzione e modernizzazione delle reti esistenti (strade, ferrovie, vie navigabili interne); attenzione ai "nodi ferroviari principali" saturi nelle grandi città; apertura di collegamenti più efficienti per le città di medie dimensioni e le zone rurali; sviluppo dell'offerta di mezzi di trasporto verdi e condivisi e miglioramento dei collegamenti nel trasporto merci, oltre a garantire finanziamenti per la creazione e la manutenzione delle infrastrutture di trasporto.

    Réforme des retraites
    Giovedì 21 marzo la Commissione affari sociali ha organizzato, sotto l'alto patronato del Presidente del Senato, un Colloquio sulla riforma del sistema pensionistico dal titolo "Parola ai partner sociali". Questa occasione riunisce per la prima volta 11 organizzazioni sindacali e datoriali invitate a esprimersi pubblicamente in un momento in cui la riforma delle pensioni deve entrare in una fase decisiva dopo un anno di consultazioni condotte dall'Alto Commissario Jean-Paul Delevoye. Questa conferenza risponde all'impegno, assunto l'anno scorso dal presidente del Senato Gérard Larcher in occasione della prima conferenza del Senato sulla riforma delle pensioni, di mettere a disposizione delle parti sociali strumenti per presentare il loro punto di vista sul tema, anche incontrando stampa e mezzi di comunicazione e rispondendo a specifiche domande. Inoltre, si è svolto un dibattito sui rispettivi ruoli dello Stato, dei parlamentari, delle parti sociali e dei cittadini nella governance delle pensioni, che ha riunito Jean-Marie Vanlerenberghe, relatore generale della commissione per gli affari sociali del Senato (Union centriste - Pas-de-Calais) e Thierry Pech, direttore generale di Terra Nova. Chiusa da Jean-Paul Delevoye, questa conferenza sarà l'occasione per il Presidente Gérard Larcher di riaffermare, da un lato, la necessità di una consultazione che garantisca trasparenza e fiducia e, dall'altro, di rilanciare il dialogo sociale. Il relatore René-Paul Savary (Les Républicains - Marne), della commissione per gli affari sociali, ha illustrato un lavoro durato più di un anno e mezzo, e ha ricordato l'impatto decisivo delle riforme pensionistiche del passato e la necessità di affrontare senza indugio le importanti questioni relative al livello dei trattamenti pensionistici, e alla sostenibilità del sistema dal punto di vista finanziario e sociale (link).

    *****************************

    GERMANIA - BUNDESTAG

    Merkel stellt Bedingungen für Brexit-Aufschub
    Merkel pone condizioni per il rinvio della Brexit

    Il cancelliere federale Angela Merkel vuole accogliere a determinate condizioni la richiesta britannica di rinviare la Brexit. Un rinvio breve è possibile a patto che la Camera dei Comuni approvi l'accordo negoziato con l'Unione europea, ha detto giovedì 21 marzo al Bundestag in una dichiarazione del governo prima del vertice Ue del 21 e 22 marzo a Bruxelles. E' anche necessario - ha aggiunto - rispettare la data delle elezioni europee di fine maggio. Il cancelliere ha tuttavia lasciato aperta la possibilità per un secondo vertice dell'Ue, prima della scadenza del 29 marzo, in caso di bocciatura dell'accordo da parte del Parlamento britannico nella prossima settimana. Il primo ministro britannico Theresa May ha chiesto un rinvio al 30 giugno. Della richiesta di rinvio discuteranno i leader dell'Unione europea nel Consiglio europeo. Al termine della discussione, il Bundestag ha respinto due proposte di risoluzione presentate da Alleanza90/IVerdi.
    (Link alla notizia)
    Link alla proposta di risoluzione 19/8605)
    (Link alla proposta di risoluzione 19/8606)

    Schäuble: Wir trauern mit Neuseeland und den Niederlanden
    Schäuble: siamo in lutto con la Nuova Zelanda e i Paesi Bassi

    All'inizio della seduta del Bundestag di giovedì 21 marzo, il presidente Wolfgang Schäuble ha citato due episodi di violenza degli ultimi giorni che hanno "sconvolto le persone in tutto il mondo". Gli attentati terroristici sono avvenuti rispettivamente a Christchurch e a Utrecht. "Oggi non sappiamo se l'attacco di Utrecht sia collegato all'attentato di Christchurch", ha dichiarato il Presidente Schäuble. "ma sappiamo una cosa: la violenza dà origine alla violenza. Per questo motivo siamo tutti chiamati a differenziare di più. A distinguere più chiaramente tra persone di fede musulmana e terroristi islamici". "Siamo in lutto con il popolo della Nuova Zelanda e dei Paesi Bassi. E consideriamo nostro dovere contribuire affinché cose simili non si ripetano".
    (Link alla notizia)

    Starke-Familien-Gesetz mit Koalitionsmehrheit angenommen
    "Legge per famiglie forti" approvata a maggioranza della coalizione

    Giovedì 21 marzo il Bundestag ha approvato la "Starke Familien-Gesetz" ("legge per famiglie forti"), una legge per ridefinire gli assegni familiari e le misure di integrazione. Con i voti dei gruppi parlamentari Cdu/Csu e Spd, il Parlamento ha approvato il disegno di legge del Governo federale (19/7504) nella versione modificata dalla Commissione famiglia (19/8613) e i voti contrari dei gruppi Fdp e Linke. AfD e Alleanza90/IVerdi si sono astenuti.
    (Notizia con video)
    (Ddl)
    (Osservazioni del Bundesrat)
    (Parere e relazione della Commissione famiglia)

    Ja zur Verlängerung des Bundeswehr-Einsatzes in Afghanistan
    Sì al prolungamento della missione della Bundeswehr in Afghanistan

    Il Bundestag ha deciso di prolungare di un anno la partecipazione tedesca alla missione congiunta della Nato in Afghanistan, denominata "Resolute Support". Il parlamento ha approvato a maggioranza la mozione che prevede la permanenza di 1300 soldati a sostegno della formazione delle forze di sicurezza afghane. Il mandato della missione, alla quale la Germania partecipa dal 2015, rimarrà nella sostanza invariato. In una votazione per appello nominale, 440 deputati hanno votato a favore della mozione del governo federale (19/7726), 202 l'hanno respinta e 28 si sono astenuti.
    (Notizia con video)
    (Mozione)

    Bundeswehr nimmt weiterhin an der Operation "Sea Guardian" teil
    La Bundeswehr continua a partecipare all'operazione Sea Guardian

    Giovedì 21 marzo il Bundestag ha approvato per appello nominale la continuazione della partecipazione della Bundeswehr all'operazione di sicurezza a guida Nato nel Mediterraneo, denominata "Sea Guardian". E' stata adottata una mozione del governo federale (19/7727) con 446 voti a favore, 218 contrari e un'astensione. Si è decisa la proroga di un anno del mandato, in scadenza alla fine di marzo 2019. La commissione per gli affari esteri ha presentato una raccomandazione (19/7426), e la commissione bilancio una relazione sulla fattibilità finanziaria ai sensi dell'articolo 96 del regolamento del Bundestag.
    (Notizia con video)
    (Mozione)
    (Raccomandazione)

    Freiwilligendienste künftig auch in Teilzeit möglich
    Servizio di volontariato possibile in futuro anche a tempo parziale

    Il Bundestag ha accettato l'opzione di tempo parziale per i servizi di volontariato. Il Servizio Volontario Giovanile (Jugendfreiwilligendienste) e il Servizio volontario federale (Bundesfreiwilligendienst -BFD) potranno in futuro essere espletati anche a tempo parziale fino al compimento dei 27 anni di età. Così ha deliberato il Bundestag venerdì 22 marzo, adottando un disegno di legge del governo federale (19/7839) con l'astensione di Fdp e della Linke. Una raccomandazione (19/8611) e una relazione (19/8643) erano state presentate dalla Commissione per le famiglie, gli anziani, le donne e i giovani. Respinta una mozione del Fdp (19/8225).
    (Link alla notizia)
    (Ddl)
    (Raccomandazione)
    (Relazione)

    Risiken einer Fusion von Deutscher Bank und Commerzbank
    Rischi della fusione tra Deutsche Bank e Commerzbank

    I gruppi dell'opposizione nel Bundestag vedono grandi rischi in una fusione tra Deutsche Bank e Commerzbank e mettono in guardia contro un onere per i contribuenti. Le due maggiori banche avevano annunciato di voler parlare di una fusione. "La Deutsche Bank è troppo grande e troppo interconnessa per essere gestita in modo controllato e trascinerebbe il sistema finanziario nell'abisso se fallisse. È un rischio per l'economia e i contribuenti", ha detto Fabio de Masi, della Linke, mercoledì 20 marzo 2019, durante un'Aktuelle Stunde al Bundestag. Deutsche Bank sta negoziando una fusione con Commerzbank sotto la pressione del ministro delle finanze Olaf Scholz.
    (Link alla notizia)

    Schäuble und Ferrand unterzeichnen Parlamentsabkommen in Paris
    Schäuble e Ferrand firmano l'accordo interparlamentare a Parigi

    Dopo un dibattito di un'ora e la deliberazione del Bundestag sulla proposta di accordo interparlamentare franco-tedesco (19/6220), che si sono tenuti mercoledì 20 marzo, il documento sarà firmato a Parigi lunedì 25 marzo dal Presidente del Bundestag, Wolfgang Schäuble, e dal suo omologo francese Richard Ferrand. Schäuble sarà accompagnato all'Assemblée nationale da 50 deputati tedeschi, poiché la futura Assemblea parlamentare franco-tedesca sarà costituita subito dopo la firma. L'Assemblea sarà composta da 50 parlamentari tedeschi e 50 francesi, nelle rispettive proporzioni dei gruppi parlamentari. L'Assemblea intende istituzionalizzare la cooperazione parlamentare bilaterale e approfondire le relazioni franco-tedesche. In futuro si riunirà due volte all'anno. Ha il compito di garantire il rispetto delle disposizioni del trattato dell'Eliseo, firmato da De Gaulle e da Adenauer il 22 gennaio 1963 e rinnovato il 22 gennaio 2019 ad Aquisgrana.
    (notizia con video)
    (proposta di accordo)
    (Infografica votazioni)

    *****************************

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    Pío García-Escudero y Ana Pastor inauguran en Bruselas la exposición conmemorativa del VIII Centenario de la Catedral de Burgos
    Ana Pastor asiste en el Parlamento Europeo a una exposición de los 800 años de la catedral de Burgos
    Il 19 marzo, presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, è stata inaugurata la mostra 'Burgos: terra di origini', per celebrare gli 800 anni della Cattedrale di Burgos. La cerimonia si è svolta alla presenza della Presidente del Congresso dei deputati, Ana Pastor, del Presidente del Senato, Pío García Escudero, del Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, dei Presidenti delle Comunità Autonoma di Castilla y León, Juan Vicente Herrera, e di Castilla La Mancha, Emiliano Garcia Page, e di altre autorità ed eurodeputati. La mostra è organizzata dalla Fondazione VIII Centenario della Cattedrale di Burgos, presieduta dall'Arcivescovo Fidel Herráez, cui spetta il coordinamento dei diversi atti programmati per le celebrazioni dell'ottavo centenario della collocazione della prima pietra della Cattedrale.
    [Fotonotizia del Congresso]
    [Comunicato stampa del Senato]

    Las Cortes Generales han reconocido a León como "cuna del Parlamentarismo" con motivo del 40º de la Constitución
    Las Cortes Generales homenajean a la provincia de León
    Nell'ambito delle celebrazioni per il quarantennale della Costituzione spagnola, il 20 marzo le Cortes Generali hanno omaggiato León quale culla del parlamentarismo, attraverso un'edizione speciale dei Decreti di León del 1188, considerati come la più antica testimonianza documentale del sistema parlamentare europeo, inseriti per tale ragione nel Registro della Memoria del Mondo dell'UNESCO. I 'Decreta', documenti la cui origine risale alla Spagna medievale, furono redatti nella cornice della celebrazione di una curia regia, sotto il Regno di Alfonso IX di León (1188-1230). Presso la sede del Congresso dei deputati, si è quindi svolta la presentazione del volume preparato per l'occasione, 'Las Cortes de León: cuna del parlamentarismo', coeditato dalle Cortes e dal Centro di Studi Politici e Costituzionali. A seguire, ha avuto luogo una sfilata di gonfaloni del Regno di León, iniziata alla Calle de Cedaceros e terminata sulla scalinata del Congresso, dove è stata data lettura ai 13 'Decreta' ed è stata scattata una foto ufficiale. All'evento hanno preso parte: la Presidente del Congresso, Ana Pastor, il Sindaco di León, Antonio Silván, il Presidente dell'Associazione dei Gonfaloni del Regno di León, deputati, senatori, e altre autorità e rappresentanti della società civile locale. Con l'occasione la Presidente Pastor ha pronunciato un discorso in cui ha definito León come 'una terra che porta nei suoi geni l'orgoglio di essere la culla del parlamentarismo in Occidente', sottolineando l'importante contenuto dei 'Decreta' del 1188, posto che recano in nuce elementi molto chiari degli odierni diritti fondamentali recati dalla vigente Costituzione spagnola.
    [Comunicato stampa]
    [Fotonotizia]

    *****************************

    SPAGNA - SENADO

    José Luis Corral pronuncia su conferencia sobre "La jura del rey Alfonso VI en Santa Gadea"
    Nell'ambito del ciclo di conferenze organizzate dal Senato in collaborazione con l'Associazione di Scrittori con la Storia, i cui membri sono chiamati a prendere spunto dalle opere pittoriche possedute dalla Camera Alta per illustrare episodi della storia spagnola (Cfr. la Newsletter del 15 febbraio u.s.), il 18 marzo lo scrittore José Luis Corral ha tenuto una conferenza sul dipinto di Marcos Hiráldez 'Il giuramento del Re Alfonso VI a Santa Gadea'. Le giornate culturali volute dal Senato sono state inaugurate dal Presidente Pío García-Escudero, lo scorso 26 febbraio con la conferenza tenuta dallo scrittore José Calvo Poyato sul dipinto 'La conversione di Recaredo' del pittore Antonio Muñoz Degrain. Il prossimo appuntamento si svolgerà il 26 marzo alle ore 12, quando lo scrittore e giornalista Antonio Pérez Henares terrà una conferenza sul dipinto di Francisco de Paula van Halen dal titolo 'Batalla de las Navas de Tolosa'. Gli incontri si svolgono nella cornice del Salone dei Passi Perduti, sono aperti al pubblico sino a completa capienza della sala e si terranno sino a maggio secondo un preciso calendario. Per raggiungere il maggior numero di cittadini, le conferenze sono trasmesse in diretta streaming sul web della Camera e sono disponibili sul canale Youtube del Senato.
    [Comunicato stampa]
    [Comunicato stampa relativo alla conferenza del 26 marzo p.v.]

    El Senado rinde homenaje al letrado de las Cortes Generales Fernando Santaolalla
    Il 21 marzo, il Senato ha reso omaggio alla memoria del Consigliere delle Cortes Generali Fernando Santaolalla, presentando l'edizione postuma della sua opera 'Diritto parlamentare spagnolo'. All'omaggio, svoltosi nel Salone dei Passi Perduti del Senato e presieduto dal Presidente del Senato, sono intervenuti: il Presidente dell'Associazione Professionale dei Consiglieri delle Cortes, Manuel Delgado-Iribarren, il Cattedratico di Diritto Costituzionale, Francisco Fernández Segado, i Consiglieri delle Cortes Andrés Jiménez, Eugenio de Santos e Carlos Gutiérrez
    [Comunicato stampa]

    *****************************

Abbonarsi alla newsletter

* Campo obbligatorio

FINE PAGINA

vai a inizio pagina