«
»
Newsletter
a cura dell'Ufficio stampa
e dell'Ufficio ricerche sulla legislazione comparata
del Senato della Repubblica

La newsletter #ParlamentiWeb è una finestra aperta sull'attività di altri Parlamenti in Europa. Nasce per allargare lo sguardo oltre i confini nazionali e offrire a chi è interessato una selezione rapida e sintetica di alcuni argomenti discussi e affrontati a Strasburgo, Londra, Parigi, Berlino, Madrid, così come riportati dai rispettivi siti web. Non è uno strumento di monitoraggio sistematico delle attività parlamentari dei Paesi presi in esame. Quindi non ha nessuna pretesa di completezza. E' aperta però al contributo diretto di chiunque sia interessato a segnalare notizie e novità utilizzando la piattaforma Twitter, con l'hashtag #ParlamentiWeb. La newsletter è curata dall'Ufficio stampa e internet e dall'Ufficio ricerche sulla legislazione comparata del Senato.

14 Dicembre 2018

  • --- In primo piano ---

    PARLAMENTO EUROPEO

    - Web tax: il Parlamento sostiene nuove regole per tassare i servizi digitali
    - Bilancio Ue: gli eurodeputati chiedono maggiori risorse nei settori più importanti per lo sviluppo
    - Conflitto d'interessi per il Primo Ministro ceco
    - Il Parlamento chiede verità per Giulio Regeni
    - Premio Sacharov 2018 consegnato alla cugina del regista Oleg Sentsov

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    - Brexit, voto rinviato. E ora?
    - Question time con il Primo Ministro: serrato botta e risposta sulla Brexit
    - Brexit e Irlanda del Nord: approfondimento sul "backstop"
    - Il governo annuncia l'aumento degli stanziamenti per le forze di polizia
    - Natalità: assegni familiari e sgravi fiscali limitati a due figli, indagine della Commissione lavoro e pensioni
    - Il governo annuncia il piano di finanziamenti per le autorità locali

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    - Brexit: rinvio della discussione
    - Dibattito sulle politiche giovanili
    - Erosione delle coste e rischi di inondazioni per le città costiere

    FRANCIA - ASSEMBLÉE NATIONALE

    - Sfiducia al governo
    - Preparazione alla Brexit
    - Riforma del sistema giudiziario
    - Progetto "Pass culture" per i giovani
    - Vertice interparlamentare G5 Sahel

    FRANCIA - SÉNAT

    - Progetto di bilancio 2019
    - Audizione del commissario europeo Pierre Moscovici
    - Islam e velo integrale: le disposizioni nazionali prevalgono sulle decisioni Onu

    GERMANIA - BUNDESTAG

    - Intervento al Bundestag del Cancelliere Angela Merkel
    - Brexit: il Bundestag respinge ipotesi di rinegoziazione dell'accordo
    - Modifica della legge sullo stato civile
    - Secondo scrutinio per elezione Vicepresidente Bundestag: bocciata candidata Afd

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    - Il Congresso rende una dichiarazione istituzionale per il 70esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo
    - La Commissione Giustizia approva in sede legislativa il parere sul progetto di Legge concernente i Segreti Commerciali, che passa al Senato
    - Il Congresso approva di prendere in considerazione per l'esame parlamentare la proposta di legge finalizzata a correggere l'effetto dell'introduzione del Sistema di Informazione Immediata (SII) sulla gestione dell'IVA, nonché la proposta di legge del Parlamento della Galizia che chiede il trasferimento della titolarità dell'autostrada AP-9 alla Comunità Autonoma
    - Il Congresso convalida il Decreto-Legge Reale concernente i servizi di pagamento e altre misure urgenti in materia finanziaria
    - Il Congresso approva in via definitiva il progetto di Legge di modifica del Codice del Commercio, del testo rifuso della Legge sulle Società di Capitali e della Legge in materia di Revisione dei Conti e informazione non finanziaria
    - Il Congresso approva il progetto di legge finalizzato al miglioramento delle condizioni per lo svolgimento della docenza e dell'insegnamento nell'ambito dell'educazione non universitaria

    SPAGNA - SENADO

    - La Commissione per i Diritti della Famiglia, dell'Infanzia e dell'Adolescenza approva una mozione per l'istituzione della figura del coordinatore di "parentalità"
    - Si svolge in Senato la presentazione dello studio dell'opera "La rivoluzione spagnola vista da una repubblicana" di Clara Campoamor
    - Il Senato approva mozioni, prende in considerazione due proposte di legge e approva due pareri della Commissione Giustizia
    - Il Presidente del Senato riceve la vista degli Ambasciatori di Turchia e Georgia

    *****************************

    PARLAMENTO EUROPEO

    Web tax: il Parlamento sostiene nuove regole per tassare i servizi digitali
    Il Parlamento ha adottato con un'ampia maggioranza - oltre 400 voti a favore - due pareri sulle proposte di direttive del Consiglio relative alla tassazione delle imprese con una presenza digitale significativa e alla tassa sui servizi digitali (DST). I deputati hanno aggiunto all'elenco dei servizi che possono essere tassati la fornitura di "contenuti su un'interfaccia digitale come video, audio, giochi o testi", indipendentemente dal fatto che tali contenuti siano di proprietà della società fornitrice o che questa ne abbia acquisito i diritti di distribuzione. Le piattaforme online che vendono contenuti digitali, come Netflix, possono quindi essere tassate. Il Parlamento sottolinea inoltre che la DST (digital services tax in inglese) è una misura temporanea. L'adozione della direttiva sulla presenza digitale significativa, della base imponibile consolidata comune per le società o di norme analoghe a livello dell'OCSE o delle Nazioni Unite costituirebbe una soluzione permanente, preferibile a tutti gli effetti. Il Parlamento ha un ruolo consultivo in materia di leggi fiscali (articolo 115 del TFUE). Spetterà pertanto al Consiglio decidere all'unanimità sul contenuto definitivo delle norme. Il Parlamento sta spingendo per un'approvazione prima della fine del suo mandato, nell'aprile 2019.
    (Link) (approfondimento)

    MEPs want to fund crucial areas to stimulate European growth
    Gli eurodeputati chiedono maggiori risorse nel bilancio UE 2021-2027, all'altezza delle ambizioni in materia di ricerca, ambiente, trasporti, energia, telecomunicazioni, difesa, spazio e digitalizzazione. Dopo la votazione del Parlamento europeo sul bilancio a lungo termine (quadro finanziario pluriennale 2021-2027), gli eurodeputati questa settimana hanno illustrato la loro posizione sulle priorità e gli investimenti in settori cruciali per la crescita futura.
    (Link)

    Czech Republic: MEPs call for immediate steps to protect EU money
    In una risoluzione - approvata giovedì 13 con 434 voti favorevoli, 64 contrari e 47 astensioni - i deputati chiedono alla Commissione di pubblicare tutti i documenti relativi all'eventuale conflitto di interessi del primo ministro ceco Andrej Babiš. La risoluzione fa riferimento alle notizie secondo cui il premier Babiš avrebbe percepito un reddito pari a 3,5 milioni di euro nei primi sei mesi del 2018 dal Gruppo Agrofert, tramite il proprio fondo fiduciario. Le società appartenenti al gruppo Agrofert, ricorda la risoluzione, hanno ricevuto importi che vanno da 42 milioni di euro a 82 milioni di euro dai fondi strutturali e di investimento europei nel periodo 2013-2017.
    (Link)

    Il Parlamento chiede verità per Giulio Regeni
    Il Parlamento europeo, in una risoluzione adottata giovedì 13, condanna la situazione dei diritti umani in Egitto e chiede lo stop delle esportazioni di tecnologie di sorveglianza. Da ottobre di quest'anno, sono stati arrestati 40 attivisti dei diritti umani. I deputati dichiarano che il Parlamento continuerà a esercitare pressioni sulle autorità dell'UE affinché si impegnino con le loro controparti egiziane a accertare la verità sulla morte di Giulio Regeni. I deputati ricordano anche che l'Egitto ha nuovamente respinto la richiesta della procura italiana di identificare gli agenti coinvolti nella scomparsa e morte del giovane ricercatore.
    (Link)

    Premio Sacharov 2018: "Oleg Sentsov rappresenta il simbolo della lotta per la libertà dei prigionieri politici"
    Il 12 dicembre 2018 il premio Sacharov per la libertà di pensiero è stato consegnato al regista ucraino Oleg Sentsov. Sentsov non ha potuto ricevere il premio di persona: sta scontando una pena di vent'anni in una prigione siberiana per aver "preparato atti di terrorismo". Sua cugina, Natalya Kaplan, e il suo avvocato, Dmitriy Dinze hanno rappresentato Sentsov durante la cerimonia a Strasburgo. Nel consegnare il riconoscimento, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha dichiarato: "Sentsov viene premiato per la sua protesta pacifica contro l'annessione illegale da parte della Russia della Crimea, sua terra natale. Il premio gli viene attribuito anche per la sua determinazione e il suo impegno in difesa dei diritti e della dignità umana, della democrazia e dello Stato di diritto. Su questi valori si fonda la costruzione europea".
    (Link)

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF COMMONS

    The "meaningful vote" deferred: What now?
    Lunedì 10 dicembre, il Primo Ministro ha annunciato alla Camera dei Comuni il rinvio del voto - già fissato per martedì 11 - sull'accordo con l'Unione europea. Il Primo Ministro sta ora cercando ulteriori "assicurazioni" da parte dell'UE in merito allo status giuridico e all'effetto della clausola di backstop dell'Irlanda del Nord. Come si procederà ora, quali saranno i prossimi passi? A queste domande cerca di rispondere un approfondimento della House of Commons Library.
    (Link)

    Prime Minister's Questions: 12 December 2018
    Brexit al centro della seduta dedicata alle domande al Primo Ministro di mercoledì 12 dicembre con un serrato botta e risposta tra la Premier e l'opposizione. Il voto sull'accordo tra Regno Unito e Unione europea "è stato rinviato - ha ricordato la Premier - e la data di tale votazione sarà comunicata come di consueto". "Abbiamo avuto un voto significativo nel referendum del 2016 e, se vuole una data significativa, gliene darò una: 29 marzo 2019, quando lasceremo l'Unione europea", ha detto Theresa May rispondendo al leader laburista Jeremy Corbyn. Durissima la replica di quest'ultimo: la dichiarazione del Premier "è totalmente inaccettabile per quest'Aula. L'Assemblea ha approvato una proposta di programma. L'Assemblea ha approvato i cinque giorni di discussione. L'Assemblea si è dichiarata d'accordo sul momento in cui avrebbe dovuto svolgersi la votazione. Il governo si è unilateralmente tirato indietro e ha negato all'Assemblea la possibilità di votare su questa decisiva questione. Il Primo Ministro e il suo governo hanno già mostrato mancanza di rispetto nei confronti del Parlamento. Il suo comportamento di oggi è semplicemente sprezzante nei confronti del Parlamento e della procedura approvata. La popolazione di questo paese è sempre più preoccupata per il caos in atto nel suo governo".
    (Link) (Resoconto) (Video)

    The backstop explained
    Questa settimana il governo ha ritardato la votazione alla Camera dei Comuni sull'accordo di recesso dall'Ue e sul quadro per le future relazioni tra Regno Unito e Unione europea. Una delle principali questioni su cui i deputati non sono ancora in grado di raggiungere un accordo è il "backstop". Il Primo Ministro spera di ottenere ulteriori rassicurazioni da parte dell'UE su questo tema, per migliorare le possibilità che i parlamentari approvino il suo "accordo". Ma che cosa è esattamente il "backstop"? A questa domanda cerca di rispondere un approfondimento della "House of Commons Library", anche con l'uso di una infografica. In sintesi, si tratta di una garanzia che, qualunque cosa accada durante i negoziati sulle future relazioni tra Unione europea e Regno Unito, la frontiera aperta tra Irlanda e Irlanda del Nord sarà mantenuta e l'accordo del Venerdì Santo (firmato a Belfast il 10 aprile 1998) sarà rispettato. L'accordo di recesso stabilisce quali disposizioni specifiche saranno adottate in Irlanda del Nord per far funzionare questa garanzia. I partiti unionisti sono contrari al "backstop", affermando che accordi separati per l'Irlanda del Nord minacciano l'Unione con la Gran Bretagna. Altri partiti politici dell'Irlanda del Nord (ad esempio Sinn Fein, Alliance and the Greens), accolgono con favore il backstop, una necessaria polizza assicurativa che protegge l'accordo del Venerdì Santo e impedisce il ritorno ad una frontiera dura con l'Irlanda.
    (Link)

    Police funding settlement announced by Government
    Il ministro Nick Hurd ha annunciato alla Camera dei Comuni un aumento di 97 milioni di sterline per gli stanziamenti a favore delle forze di polizia. Il finanziamento complessivo per il 2019/2020 è di 14 miliardi di sterline. "La priorità di questo governo è la sicurezza dei cittadini", ha detto il ministro delle forze di polizia, aggiungendo: "Siamo consapevoli del fatto che la nostra polizia deve far fronte ad un aumento delle richieste. Siamo determinati a rispondere alle minacce del terrorismo, della criminalità organizzata e della violenza grave. Oggi annunciamo un importante investimento nelle capacità di risposta della polizia e correttamente invitiamo la polizia a spendere bene quei soldi e a continuare sulla via delle riforme e della modernizzazione".
    (Link)

    Universal Credit's two-child benefit limit examined
    Assegni familiari e sgravi fiscali solo per i primi due figli di una coppia. E' la "two-child policy" adottata dal Regno Unito nel 2017, per favorire le famiglie a basso reddito che - a partire dal 6 aprile 2017 - avrebbero deciso di avere non più di due figli. Sono previste eccezioni, ad esempio nel caso di bambini concepiti con rapporti non consensuali. Si tratta di una politica molto contestata, anche per aver comportato, per oltre 70 mila nuclei familiari a basso reddito, minori benefici per 2.800 sterline all'anno circa. La Commissione per il lavoro e le pensioni sta ora esaminando l'impatto potenziale - e l'efficacia - del limite dei due figli, in vista dell'ampliamento del campo di applicazione di questa politica nel prossimo anno. A partire dal febbraio 2019, infatti, il limite di due figli sarà esteso al terzo figlio o successivi - indipendentemente dalla data di nascita, anche se avvenuta prima del 6 aprile 2017 - a chiunque faccia richiesta di "Universal Credit". La Commissione ascolterà esperti, funzionari governativi ed esponenti di associazioni. In particolare, si cercherà di appurare se il limite dei due bambini sta raggiungendo i suoi obiettivi e a quale costo; come funziona nella pratica e come si affianca alle più ampie responsabilità e agli impegni del governo in materia di uguaglianza e diritti umani.
    (Link)

    Government statement announces next year's council funding
    Il Segretario di Stato per l'edilizia e le comunità locali, James Brokenshire, ha annunciato i futuri finanziamenti per le autorità locali in una dichiarazione alla Camera dei Comuni. Originariamente previsto per la settimana scorsa, l'annuncio è stato ritardato per consentire il dibattito sul "voto significativo" per la Brexit. L'accordo finanziario del governo locale è la determinazione annuale del finanziamento al governo locale. Deve essere approvato dalla Camera dei Comuni. L'accordo provvisorio - ha detto il Segretario di Stato - prevede un aumento del potere di spesa di base da 45,1 miliardi di sterline nel 2018/19 a 46,4 miliardi di sterline nel 2019/20, un aumento di cassa del 2,8% e un aumento in termini reali delle risorse a disposizione delle autorità locali.
    (Link)

    *****************************

    REGNO UNITO - HOUSE OF LORDS

    UK withdrawal agreement: Lords debates Brexit deal
    Il 10 dicembre la Camera dei Lord ha accettato di rinviare la discussione sull'accordo per la Brexit in linea con la posizione della Camera dei Comuni. La baronessa Smith of Basildon, capogruppo dei laburisti, ha proposto il rinvio, ricevendo 201 voti favorevoli e 163 contrari.
    (Link)

    Lords debates challenges facing young people
    Dibattito dedicato alle politiche per i giovani, giovedì 13 dicembre. Il dibattito è stato proposto dalla baronessa Armstrong di Hill Top (laburista), ex docente di politiche del lavoro giovanile al Sunderland Polytechnic. Secondo una rilevazione del New Policy Institute, il 30% delle persone di età compresa tra i 14 e i 24 anni vive in povertà nel Regno Unito, con un reddito - al netto delle imposte e delle spese di alloggio - inferiore al 60% del reddito familiare medio. E' quanto si legge nel rapporto predisposto dalla House of Lords Library, in preparazione del dibattito.
    (Link)

    Environment Agency, NERC, and LEPs to give evidence to Committee
    Qual è l'entità del rischio di erosione costiera e di inondazioni per le città e le comunità costiere? Sono disponibili fondi sufficienti per affrontare gli effetti dell'erosione costiera? Che cosa si sta facendo per migliorare la qualità delle acque di balneazione intorno alle città costiere? Quanto è importante per l'offerta turistica delle città di mare? Sono alcune delle domande che i tredici Lords che compongono la Commissione per la rigenerazione delle città costiere hanno rivolto agli esperti ascoltati martedì 11 dicembre.
    (Link)

    *****************************

    FRANCIA- ASSEMBLÉE NATIONALE

    Motion de censure au Gouvernement
    Martedì 11 dicembre è stata presentata la mozione di sfiducia (testo) contro il Governo sottoscritta da 62 parlamentari che fanno capo a gruppi dell'opposizione: i socialisti guidati dal segretario Oliver Faure, il gruppo della sinistra democratica e repubblicana e i rappresentanti di France insoumise di Jean-Luc Mélenchon. La discussione e il voto si sono svolti nel pomeriggio di giovedi 13. La mozione di sfiducia ha avuto l'appoggio di soli 70 parlamentari ed è stata respinta, dato che era richiesta la maggioranza assoluta di 289 voti.
    (Video)

    Préparation au Brexit
    Lunedì 10 dicembre l'Assemblea Nazionale ha approvato il disegno di legge che autorizza il governo ad adottare le disposizioni legislative che potrebbero diventare necessarie per regolare la condizione giuridica delle persone fisiche e giuridiche di nazionalità britannica nel caso di fallimento del processo di accordo con l'UE e di interruzione della collaborazione amministrativa tra il Regno unito e gli altri paesi europei. La legge approvata riguarda disposizioni per l'ingresso e il soggiorno dei cittadini britannici in Francia, l'esercizio di attività professionali e l'esistenza di rapporti di impiego, il riconoscimento delle qualifiche professionali e altri aspetti. Il testo è stato rinviato ad una Commissione mista paritaria che non si è ancora pronunciata.
    (Dossier) (video)

    Réforme de la justice
    Martedì 11 dicembre l'Assemblea Nazionale ha discusso in seduta pubblica e votato sui disegni di legge di programmazione e riforma della giustizia 2019-2022 e di una vasta riorganizzazione del sistema giudiziario penale, civile e amministrativo. I due disegni di legge del governo erano stati già esaminati e votati in prima lettura da entrambe le assemblee legislative, ma con rilevanti divergenze tra i due testi. Il voto di martedì dunque non ha concluso l'iter parlamentare del progetto, che nella mattinata di mercoledì 12 è stato discusso da una Commissione mista paritaria appositamente convocata. Anche in questa sede non si è riusciti a trovare accordo su un testo condiviso, pertanto il disegno di legge tornerà all'esame del Senato il 18 dicembre per una nuova lettura.
    (Dossier) (video)

    Projet Pass culture pour les jeunes
    Mercoledì 12 dicembre la Commissione cultura ha tenuto un'audizione sul tema dell'introduzione di un 'buono' cultura di 500 euro per i diciottenni, sul modello dell'analoga misura adottata in Italia dal governo Renzi. E' stato ascoltato il responsabile del progetto, Frédéric Jousset. Nelle intenzioni del governo il progetto, che prevede una fase sperimentale limitata nel tempo e nell'area di applicazione, dovrebbe consentire anche ai giovani che non dispongono di mezzi economici l'accesso a fonti di arricchimento culturale diversificate. La proposta ha suscitato un vivace dibattito legato ai dubbi sulla sua efficacia e soprattutto sulle modalità di finanziamento.
    (Video)

    Sommet interparlementaire G5 Sahel
    Giovedì 13 dicembre, si è tenuto all'Assemblea Nazionale il vertice interparlamentare del G5 Sahel, su iniziativa di Jacques Maire, deputato, segretario generale del vertice. Il vertice - presieduto e inaugurato dal presidente Richard Ferrand - coinvolge in particolare i presidenti delle assemblee dei paesi del G5 (Ciad, Mauritania, Burkina Faso, Mali, Niger) e Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati.
    (Agenda internazionale)

    *****************************

    FRANCIA - SÉNAT

    Projet de loi de finances 2019
    Nelle sedute del 10 e 11 dicembre il Senato ha concluso la lunga fase di esame del progetto di bilancio dello Stato per il 2019. Il testo è stato licenziato con 200 voti favorevoli e 98 contrari. Un testo ampiamente modificato rispetto a quello trasmesso dall'Assemblea Nazionale il 22 novembre, e che riflette le più recenti decisioni del governo sullo stop all'aumento delle tasse sul carburante e su altre misure annunciate per arginare la protesta sociale in seguito alle manifestazioni dei 'gilet gialli'. Tali misure richiederanno una manovra correttiva in primavera in quanto comportano variazioni nei saldi complessivi del bilancio. Sul testo, comunque, è mancato un accordo definitivo tra i due rami del Parlamento, pertanto esso è stato sottoposto all'esame di una Commissione mista paritaria che lo ha esaminato mercoledì 12 dicembre, senza pervenire ad un accordo.
    (Dossier)

    Audition du commissaire européen Pierre Moscovici
    Giovedì 13 dicembre le Commissioni riunite Affari europei e Finanze del Senato hanno ascoltato in audizione il commissario europeo agli affari economici Pierre Moscovici, che ha illustrato ai senatori le valutazioni della Commissione europea sulla situazione finanziaria degli Stati membri alla luce delle varie manovre preparatorie dei bilanci. In particolare al centro dell'audizione sono state le valutazioni circa le misure annunciate dal Presidente Macron a seguito della protesta dei 'gilet gialli', misure che - se confermate - dovrebbero portare a uno squilibrio di bilancio di 10 miliardi e ad un aumento del deficit fino al 3,4% del Pil. Moscovici ha affermato che tale sforamento può considerarsi per la Francia ammissibile a condizione che sia un intervento eccezionale e limitato nel tempo; la Commissione giudicherà le misure quando saranno formulate, presumibilmente la settimana prossima, prima del 20 dicembre. Moscovici, sollecitato dalle domande dei senatori, ha illustrato anche la situazione italiana e il negoziato in corso con l'UE.
    (Video)

    Voile intégral dans l'espace public
    Martedì 11 dicembre il Senato ha votato con larghissima maggioranza (236 voti favorevoli e nessun voto contrario su 253 partecipanti) una risoluzione proposta da esponenti del gruppo repubblicano volta ad affermare la preminenza delle disposizioni normative nazionali sulle decisioni della Commissione diritti umani delle Nazioni unite in merito alla libertà di indossare in pubblico il velo integrale islamico. La legge francese 1192 del 2010 vieta l'uso in pubblico di indumenti che coprano interamente il corpo e che nascondano il viso. Sia il Consiglio costituzionale francese sia la Corte europea dei diritti umani, interpellate, avevano giudicato compatibile questa normativa con l'articolo 18 del Patto internazionale per i diritti civili e politici, mentre la Commissione diritti umani dell'ONU ha ritenuto che essa sia lesiva della libertà di manifestazione del credo religioso. La risoluzione approvata martedì dal Senato invita il Governo a mantenere la legislazione vigente in nome dei valori della Repubblica francese, e alla luce della contraddizione tra le varie pronunce.
    (Dossier)

    *****************************

    GERMANIA - BUNDESTAG

    Ultima seduta venerdì 14 dicembre al Bundestag prima della pausa per le festività natalizie. Il calendario dei lavori fissa la prossima seduta a mercoledì 16 gennaio, con l'interrogazione al governo sulla riunione del Consiglio dei ministri.
    (Vedi calendario dei lavori)

    Merkel: Arbeiten daran, dass es keinen harten Brexit gibt
    Merkel: lavoriamo all'ipotesi di una "Hard Brexit"

    I timori per un'uscita disordinata della Gran Bretagna dall'Ue, dopo il rinvio della votazione sulla Brexit nel parlamento britannico, sono emersi anche al Bundestag. "Ci siamo preparati anche all'ipotesi di una hard Brexit", ha sottolineato il Cancelliere federale Angela Merkel mercoledì 12 dicembre, riferendo al Bundestag riguardo la riunione del suo gabinetto tenutasi in mattinata. Tuttavia, il Cancelliere, che per la seconda volta ha risposto alle domande dei parlamentari, ha espresso la sua contrarietà a rinegoziare l'accordo sulla Brexit con il governo britannico: "Non abbiamo intenzione di modificare nuovamente l'accordo di recesso". All'inizio dell'informativa di sessanta minuti al Bundestag, la Merkel ha riferito sugli esiti del vertice dei venti più importanti paesi industrializzati ed emergenti (G20) che si è svolto a Buenos Aires il 30 novembre e il 1° dicembre. Il Cancelliere ha espresso la sua soddisfazione per il fatto che i cinquanta capi di Stato e di governo siano riusciti a raggiungere un accordo su una dichiarazione finale comune. In vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles del 13 e 14 dicembre, la Merkel ha annunciato che, oltre al tema della Brexit, i capi di Stato e di governo dei paesi dell'Ue si occuperanno di unione bancaria e bilancio della zona euro.
    (Link alla notizia)
    (Link al resoconto stenografico)

    Brexit: Bundestag lehnt Nachverhandlungen ab
    Brexit: il Bundestag rifiuta la rinegoziazione dell'accordo

    Mercoledì 12 dicembre il Bundestag ha approvato una mozione delle frazioni della coalizione Cdu/Csu e Spd (19/6412) per chiedere una uscita "ordinata" della Gran Bretagna dall'Ue. L'AfD e la Linke hanno votato contro la mozione, e le frazioni dell'Fdp e di Alleanza90/I Verdi si sono astenute. Il dibattito, della durata di un'ora, si è anche incentrato sulla risposta scritta del governo federale (19/5892) a un'interrogazione dell'Fdp (19/1932) sulle conseguenze della Brexit per la Germania e l'Europa. Un progetto di legge dell'Fdp (19/6399) per garantire la separazione dei poteri nel processo decisionale internazionale è stato sottoposto all'esame della Commissione per la verifica dei poteri, delle immunità e del regolamento interno. Il ministro degli esteri Heiko Maas ha parlato di "giorni storici per la Gran Bretagna, ma anche per noi". Il fatto che il primo ministro britannico Theresa May sia sopravvissuto a un voto di sfiducia è positivo, ma non cambia la situazione nel parlamento, secondo la quale non c'è ancora la maggioranza per l'accordo di recesso con l'Ue. Tuttavia, l'accordo attuale è stato un "giusto compromesso" e una "buona base per un ritiro ordinato". Un'ulteriore trattativa è pertanto da escludere.
    (Link alla notizia)
    (Link alla mozione)
    (Link alla risposta del Governo)
    (Link all' interrogazione)
    (Link al ddl)

    Bundestag erlaubt im Geburtenregister die Bezeichnung "divers"
    Il Bundestag permette la denominazione "divers" nel registro delle nascite

    Giovedì 13 dicembre il Bundestag ha modificato la legge sullo stato civile. Ha approvato il disegno di legge "sulla modifica dei dati da iscrivere nel registro delle nascite" (19/4669, 19/5422, 19/5647 n. 19) con i voti di Cdu/Csu e Spd contro i voti di Afd e della Linke, e con l'astensione di Fdp e Alleanza 90/I Verdi. All'atto della certificazione di una nascita, oltre alle indicazioni "femmina" e "maschio" o alla "registrazione di stato civile senza indicazione", potrà essere scelta anche la denominazione "diverso" se il neonato non può essere assegnato né al sesso femminile né al sesso maschile. Allo stesso tempo, nei casi in cui l'ulteriore sviluppo del sesso non porta a un'assegnazione al sesso femminile o maschile o in cui l'assegnazione è stata effettuata in modo errato dopo la nascita, gli interessati possono modificarla mediante dichiarazione all'ufficio dell'anagrafe e - se lo desiderano - possono scegliere nuovi nomi.
    (Link alla notizia)
    (Link al ddl)

    Harder-Kühnel erneut nicht zur Bundestagsvizepräsidentin gewählt
    Harder-Kühnel non eletta Vicepresidente del Bundestag per la seconda volta

    La deputata Mariana Iris Harder-Kühnel, proposta dal gruppo parlamentare AfD per la carica di vicepresidente del Bundestag, non è stata nuovamente eletta in un secondo scrutinio (19/6401). Giovedì 13 dicembre, in una votazione a scrutinio segreto, 241 deputati hanno espresso voto favorevole, 377 hanno voto contrario e 41 si sono astenuti. La deputata Harder-Kuehnel presentata dall'Afd già una volta a fine novembre, non aveva ottenuto la maggioranza necessaria di 355 voti per essere eletta. In tutto sono previste tre votazioni per ogni candidato. Nella sua seduta costitutiva del 24 ottobre 2017, il Bundestag aveva stabilito che ogni gruppo parlamentare avrebbe potuto presentare un proprio vicepresidente da sottoporre al voto. In precedenza anche un altro candidato dell'Afd, Albrecht Glaser, era stato bocciato nelle tre successive votazioni, cosicchè la carica di vicepresidente del Bundestag a cui l'AfD ha diritto è rimasta vacante da allora.
    (Link alla notizia)
    (Link alla proposta Afd)
    (Link alla scheda biografica della deputata)

    *****************************

    SPAGNA - CONGRESO DE LOS DIPUTADOS

    Declaración institucional del Congreso de los Diputados sobre el LXX aniversario de la Declaración Universal de los Derechos Humanos
    Il 10 dicembre, in occasione della ricorrenza della Giornata internazionale dei diritti umani e del 70esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, adottata dalle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, il Congresso dei deputati ha reso una dichiarazione istituzionale per riaffermare l'impegno per la promozione, il rispetto, la salvaguardia, la tutela e il riconoscimento dei diritti umani, nella ferma convinzione che la tutela dei diritti inalienabili della persona e delle sue libertà fondamentali sia elemento imprescindibile per la costruzione di società inclusive e pacifiche e dunque fattore determinante di sicurezza e stabilità. In questa importante ricorrenza, il Congresso riafferma il suo impegno, ma altresì lamenta i ritardi e gli scarsi passi in avanti sul piano del riconoscimento dei diritti umani nel mondo, specie quelli riguardanti le donne e le minoranze. In piena coerenza con gli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, il Congresso ha voluto riconoscere pubblicamente l'impegno e il lavoro di tutte le persone che lavorano per la difesa dei diritti umani in qualunque luogo del mondo e condannare gli attacchi sofferti da chi difende i diritti umani, riconoscendo in particolare il tributo di chi ha sacrificato la vita per questi valori imprescindibili.
    [Comunicato stampa]

    La Comisión de Justicia envía al Senado el Proyecto de Ley de Secretos Empresariales
    L'11 dicembre, la Commissione Giustizia del Congresso dei deputati ha approvato all'unanimità, in sede legislativa, il parere sul progetto di Legge concernente i Segreti Commerciali La proposta di legge è finalizzata a recepire nell'ordinamento interno la Direttiva europea 2016/943 sulla protezione del know-how riservato e delle informazioni commerciali riservate (segreti commerciali) contro l'acquisizione, l'utilizzo e la divulgazione illeciti. Lo strumento europeo fornisce agli Stati membri un quadro comune sulla protezione del know-how riservato e delle informazioni commerciali riservate (segreti commerciali), al fine di dare regole comuni ad un settore, quale quello dei segreti commerciali, in cui gli Stati membri non presentano un livello omogeneo di protezione, evitando di frammentare il mercato. La direttiva si prefigge, in sostanza, lo scopo di sviluppare una vera e propria cultura della tutela dei segreti commerciali, con l'obiettivo di accrescere la competitività delle imprese e la loro capacità innovativa. In Spagna, tale recepimento consente di migliorare l'efficienza della protezione giuridica dei segreti commerciali contro l'appropriazione indebita in tutto il mercato interno, completando la regolazione già in parte fornita dalla Legge n. 3 del 1991 sulla Concorrenza sleale e, in concreto, il relativo articolo 13, da una prospettiva sostanziale e processuale. L'approvazione della proposta da parte della Commissione Giustizia del Congresso è avvenuta all'unanimità; le proposte emendative sono state tutte respinte, ad eccezione di un emendamento del Gruppo Socialista sulla commercializzazione di oggetti fabbricati con metalli preziosi. La proposta è stata quindi trasmessa al Senato per il prosieguo dell'iter parlamentare.
    [Comunicato stampa]

    El Pleno da luz verde a la tramitación de la proposición para corregir el efecto del Sistema de Información Inmediata en la gestión del IVA
    Con 171 voti favorevoli, 89 contrari e 81 astenuti, l'11 dicembre l'Assemblea del Congresso dei deputati ha approvato di prendere in considerazione per l'esame parlamentare la proposta di legge del Gruppo Popolare finalizzata a correggere l'effetto dell'introduzione del Sistema di Informazione Immediata (SII) sulla gestione dell'IVA. Il meccanismo, introdotto nel 2017, ha l'obiettivo di trasmettere le fatture emesse e ricevute dalle imprese all'Agenzia Statale dell'Amministrazione Tributaria (AEAT) ai fini della gestione dell'IVA. L'introduzione del sistema ha determinato un disallineamento nelle dichiarazioni relative al tributo, che cominciarono ad essere effettive con ritardo di un mese, circostanza che ha determinato la contabilizzazione di 11 mensilità anziché 12 nel 2017. Per i proponenti, conteggiare le entrate Iva di novembre 2017 come se fossero del 2018, quando si riferiscono in modo incontrovertibile all'anno precedente, configura un 'ingiusto pregiudizio' per le comunità autonome di regime comune. La proposta in commento è finalizzata proprio a risolvere il problema determinato dal ritardato avvio del sistema di contabilizzazione. La proposta, dopo questo primo vaglio dell'Assemblea, proseguirà il suo iter nella Commissione di merito, dove verrà esaminata ed eventualmente emendata.
    [Comunicato stampa]

    El Congreso aprueba la tramitación de la propuesta para transferir las competencias de la AP-9 a Galicia
    Con 307 voti favorevoli, nessuno contrario e 32 astenuti, l'11 dicembre l'Assemblea del Congresso dei deputati ha approvato di prendere in considerazione per l'esame parlamentare la proposta di legge del Parlamento della Galizia che chiede il trasferimento della titolarità dell'autostrada AP-9 alla Comunità Autonoma. Nell'esposizione dei motivi, il proponente sottolinea come la predetta autostrada si configuri quale 'via strategica che collega tutta la linea atlantica e quattro delle sette città galeghe', rappresentando altresì come 'i pedaggi esorbitanti' stabiliti per l'uso di tale via di comunicazione ne limitino l'utilizzo alle persone con minori risorse, zavorrando altresì lo sviluppo dei settori economici galeghi. Queste le principali ragioni per cui la camera regionale sollecita la gestione dell'autostrada, anche in vista della realizzazione di nuove tratte, di riformare quelle esistenti o sanzionare la concessionaria in caso di inadempimento di quanto stabilito. Si prevede, altresì, che, una volta entrata in vigore la relativa legge, il trasferimento delle competenze dovrà concretizzarsi entro il termine massimo di 6 mesi. La proposta, dopo questo primo vaglio dell'Assemblea, proseguirà il suo iter nella Commissione di merito, dove verrà esaminata ed eventualmente emendata.
    [Comunicato stampa]

    El Pleno del Congreso convalida el Real Decreto-Ley de servicios de pago
    Con 324 voti favorevoli e 9 astenuti, il 13 dicembre il Congresso dei deputati ha convalidato il Decreto-Legge Reale n. 19 del 2018, concernente i servizi di pagamento e altre misure urgenti in materia finanziaria, tramite il quale viene data attuazione nell'ordinamento interno a talune direttive europee e adattati cinque regolamenti comunitari. La cornice europea che riceve parziale attuazione tramite il provvedimento in esame, ha come obiettivo quello di facilitare e migliorare la sicurezza nell'uso dei sistemi di pagamento tramite internet, rafforzare il livello di protezione dell'utente contro frodi e abusi, nonché promuovere l'innovazione nei servizi di pagamento via cellulare e internet. A tal fine, si traspongono nell'ordinamento giuridico interno, tra le altre: la Direttiva 2015/2366 relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno, nota come PSD2, il cui termine per il recepimento è scaduto a gennaio e che si propone di definire una cornice integrata e omogena dei servizi di pagamento, adattandosi ai pagamenti con carta di credito, internet o cellulare e migliorando i diritti degli utenti e la sicurezza delle transazioni; la Direttiva 2014/57, relativa alle sanzioni penali in caso di abusi di mercato (direttiva abusi di mercato) e la Direttiva 2013/36, sull'accesso all'attività degli enti creditizi e sulla vigilanza prudenziale sugli enti creditizi e sulle imprese di investimento, nota come CRD IV.
    [Comunicato stampa]

    Aprobada la Ley que modifica el Código de Comercio, el texto refundido de la Ley de Sociedades de Capital y la Ley de Auditoría de Cuentas tras su paso por el Senado
    Il 13 dicembre, l'Assemblea del Congresso dei deputati ha approvato in via definitiva, con l'inclusione di alcuni emendamenti apportati dal Senato, il progetto di Legge di modifica del Codice del Commercio, del testo rifuso della Legge sulle Società di Capitali di cui al Decreto Legislativo Reale n. 1 del 2010 e della Legge n. 22 del 2015, in materia di Revisione dei Conti e informazione non finanziaria. Con questa votazione definitiva, la legge, approvata, entrerà in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale dello Stato.
    [Comunicato stampa]

    El Congreso de los Diputados envía al Senado el proyecto de ley de mejora de las condiciones en la docencia no universitaria
    Con 168 voti favorevoli e 162 astenuti, il 13 dicembre l'Assemblea del Congresso dei deputati ha approvato il progetto di legge finalizzato al miglioramento delle condizioni per lo svolgimento della docenza e dell'insegnamento nell'ambito dell'educazione non universitaria. L'iniziativa, che ora verrà trasmessa al Senato per proseguire l'iter di approvazione, abroga taluni articoli del Decreto-legge Reale n. 14 del 2012, recante misure urgenti di razionalizzazione della spesa pubblica in ambito educativo.
    [Comunicato stampa]

    *****************************

    SPAGNA - SENADO

    Acuerdos adoptados por la Comisión de Derechos de la Familia, la Infancia y la Adolescencia
    Nella seduta dello scorso 10 dicembre, con 16 voti favorevoli, 3 contrari e 6 astenuti, la Commissione per i Diritti della Famiglia, dell'Infanzia e dell'Adolescenza del Senato ha approvato una mozione, presentata dal Gruppo Popolare, che impegna il Governo a studiare l'istituzione della figura del coordinatore di 'parentalità', quale figura complementare nei Tribunali per la famiglia.
    [Comunicato stampa]

    El Senado acoge la presentación del estudio de la obra "La revolución española vista por una republicana" de Clara Campoamor
    L'11 dicembre, il Secondo Vicepresidente del Senato, Joan Lerma, ha presieduto la presentazione dello studio dell'opera "La rivoluzione spagnola vista da una repubblicana" di Clara Campoamor, pubblicato da Luis Español Bouché. All'evento, ospitato nel Salone dei Passi Perduti della Camera Alta, hanno preso parte parlamentari e autorità.
    [Comunicato stampa]

    Acuerdos adoptados por el Pleno del 11 y 12 de diciembre
    L'Assemblea del Senato, riunita l'11 e il 12 dicembre, ha approvato le seguenti mozioni:

    • una mozione, presentata dal Gruppo Popolare, che impegna il Governo ad adottare specifiche misure per tutelare l'identità di Navarra;
    • una mozione, presentata dal Gruppo Misto, che impegna il Governo ad adottare specifiche misure finalizzate a migliorare il sistema delle infrastrutture ferroviarie nella Comunità Valenzana;
    • una mozione, presentata dal Gruppo Popolare, che impegna il Governo ad adottare specifiche misure per il riconoscimento del lavoro e la protezione dei Giudici, Magistrati e impiegati del Ministero della Giustizia;
    • una mozione, presentata dal Gruppo Popolare, con cui il Senato riafferma il suo impegno nella difesa della Costituzione nel 40° anniversario della sua approvazione e nella difesa dell'unità della Spagna e impegna il Governo all'adozione di specifiche misure in relazione all'ordine costituzionale;
    • una mozione, presentata dal Gruppo Popolare, che impegna il Governo ad adottare specifiche misure in relazione alla connessione ad Internet ad alta velocità, con speciale riferimento alle zone rurali, ai piccoli paesi e alle aree a bassa densità demografica;
    A seguire, l'Assemblea del Senato ha preso in considerazione le seguenti proposte di legge:
    • proposta di Legge di modifica della Legge Organica n. 6 del 1985, sul Potere Giudiziario, per riconoscere il carattere di tribunale consuetudinario e tradizionale al Tribunale delle Aque di Orihuela (Alicante/Alacant), presentata dal Gruppo Misto;
    • proposta di Legge di modifica della Legge Organica n. 6 del 1985, sul Potere Giudiziario, per riconoscere il carattere di tribunale consuetudinario e tradizionale al Tribunal del Comuner o del Rollet de l'Horta de Aldaia (Valencia/València), presentata dal Gruppo Misto;
    Infine, l'Assemblea del Senato ha approvato, con modifiche, i seguenti pareri della Commissione Giustizia, che attendono l'approvazione definitiva del Congresso dei deputati:
    • proposta di Legge Organica di riforma della Legge Organica n. 6 del 1985, del Potere Giudiziario, sulle misure urgenti in applicazione del Patto di Stato in materia di violenza di genere, approvata all'unanimità;
    • proposta di Legge Organica di riforma della Legge Organica n. 6 del 1985, del Potere Giudiziario.

    [Comunicato stampa]

    Los embajadores de Turquía y Georgia visitan el Senado
    Il 13 dicembre, il Presidente del Senato, Pío García-Escudero, ha ricevuto la vista degli Ambasciatori di Turchia e Georgia in Spagna, rispettivamente, Ömer Önhon e Ilia Giorgadze. Tali incontri si inquadrano nella cornice degli incontri abituali intrattenuti dal Senato con il corpo diplomatico accreditato in Spagna.
    [Comunicato stampa]

    *****************************

Abbonarsi alla newsletter

* Campo obbligatorio

FINE PAGINA

vai a inizio pagina